Come aumentare il PageRank di Google

Tempo di lettura: 3 minuti

google-pagernakQuando decidi di investire sul web per ampliare la tua attività, sei costretto a scontrarti con chi ha avuto questa idea prima di te e, potendo contare su una maggiore esperienza e magari l’aiuto di un team di esperti, è riuscito a piazzarsi fra le prime posizioni di Google. Per questo motivo è bene che tu conosca come funziona il posizionamento organico sulla SERP del noto motore di ricerca, e quali fattori tenere d’occhio per avere sempre un’idea chiara della tua posizione rispetto ai tuoi competitor diretti. Da questo punto di vista, il PageRank è un elemento importantissimo, in quanto assegna ad ogni pagina del tuo portale un valore compreso fra 0 e 10, che può aumentare col trascorrere del tempo e, ovviamente, utilizzando una serie di tecniche SEO. Vediamo dunque come puoi aumentare il PageRank di Google.

Aumenta il PageRank con il Link building esterno

Uno dei fattori che influenzano maggiormente il valore del PageRank è la quantità e la qualità dei link d’ingresso alle pagine del tuo sito diffusi sugli altri portali della rete. Questo significa che, per scalare velocemente il ranking relativo alle keyword utilizzate dai tuoi concorrenti, dovrai fare letteralmente di tutto per avere i backlink migliori provenienti dai siti più importanti. Google, infatti, valuta il tuo PageRank tenendo in considerazione la tua fama (Link popularity), misurabile attraverso i backlink (scopri come fare backlink correttamente): più essi sono riportati da siti famosi che trattano i tuoi argomenti, più il PageRank ne risentirà in positivo.

Ma come ottenere questo risultato? Il modo più veloce è pagare una web agency che gestisca network di siti famosi (dunque con PageRank alti), oppure rivolgerti direttamente agli influencer che gestiscono i loro blog in proprio: in entrambi i casi, dietro il versamento di una somma variabile, potrai ottenere la pubblicazione di un articolo contenente il tuo link. In alternativa puoi provare a puntare sulla qualità dei contenuti e dei tuoi servizi/prodotti, sperando che qualcuno di importante ti noti e decida autonomamente di fornire un link al tuo sito. Infine, quando il tuo portale avrà un PageRank dignitoso, potrai aumentarlo scambiando i link con qualche altro sito interessato.

Aumenta il PageRank con il traffico

Un altro modo per aumentare il PageRank è intervenire direttamente sui link interni del tuo sito, in modo da aumentare il traffico sfruttando anche i contenuti testuali più vecchi. Il metodo per ottenere questo risultato è davvero semplice e, soprattutto, gratuito: ti basterà aggiungere dei link ai tuoi contenuti precedenti all’interno dei nuovi articoli, cercando di stimolare il tuo lettore all’approfondimento, senza per questo rivolgersi a qualcun altro. Inoltre, è bene che tu sappia che se riesci a scrivere un articolo molto visitato, tale pagina otterrà un buon PR e potrà trasmetterne una parte ai contenuti che hai linkato al suo interno.

Quando Google noterà che il traffico delle tue pagine è aumentato, aumenterà gradualmente il tuo PageRank: ricorda però che questa è un’operazione lunga, dunque non aspettarti risultati immediati e, soprattutto, non abbatterti.

Migliora il PageRank con il SEO

Infine, fai sempre attenzione a presentare a Google un sito web ottimizzato in chiave SEO: il motivo è che le strategie di posizionamento SEO non influenzano direttamente il PageRank, ma lo aumentano per vie trasversali, migliorandone il traffico ed il posizionamento organico. Rendendoti infatti maggiormente visibile agli occhi dei visitatori, verrai molto apprezzato dal motore di ricerca e, dunque, avrai l’occasione di sfruttare tale visibilità per ottenere un PR migliore.

Come fare? Dovrai assolutamente concentrarti sull’ottimizzazione delle keyword all’interno dei tuoi articoli, e scrivere contenuti testuali originali, interessanti e dunque potenzialmente visitabili da tanti utenti. Nonostante molti siano ancora convinti che il PageRank è una questione meramente matematica, questo valore è oggi condizionato soprattutto dalla qualità dei link d’ingresso e dalla qualità dei contenuti.

Attento alla fuga del PageRank

Il PageRank è un valore che puoi aumentare con le tecniche appena elencate, ma che puoi anche abbassare inconsapevolmente. Come abbiamo già visto, ogni pagina trasferisce ai link contenuti una parte del suo PR: a te non causa alcun problema, se scegli di valorizzare altri link all’interno del tuo sito. Se invece decidi di accettare uno scambio di link con altri portali esterni, assicurati sempre di ricevere in cambio un PageRank che giustifichi la perdita del tuo. In altre parole, potrai ottenere grandi vantaggi scambiando link con una pagina con un PR pari o addirittura superiore, mentre invece perderai terreno nel caso in cui il sito esterno che linki abbia un PR basso.

Inserisci una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *