Come generare 25.000 dollari con 249 commenti?

Tempo di lettura: 3 minuti

Non è un segreto che si possa generare traffico commentando sui blog di altre persone. Ma la vera domanda è: stai utilizzando questa tecnica nel modo giusto?

Mi sento di scommettere sul no.

Per dimostrarvi i benefici di lasciare commenti su blog altrui, prendiamo in considerazione un interessante esperimento condotto da Neil Patel, esperto SEO, che ha deciso tempo fa di condurre un test, nel quale ha lasciato 249 commenti su altri blog in un arco temporale di 30 giorni.

I 249 commenti hanno generato 3.973 visitatori e 6 richieste di consulenza. Anche se Neil non vive solo di consulenza, è riuscito comunque a portare a casa circa 25.000$ da società che avevo bisogno di preziosi consigli (se lo può permettere, è un super esperto, leggi la sua storia http://neilpatel.com/about/)

Alcuni dati interessanti

La maggior parte dei commenti sul web sono spam. Akismet, un tool che aiuta a filtrare i commenti spam, intercetta più di 7,5 milioni di commenti spam ogni ora.

L’altra gran parte di commenti sono commenti di base, nei quali gli utenti lasciano semplici messaggi del tipo “grazie” o “ottimo articolo”.

Neil ha verificato, tracciandone i click, che lasciare commenti di questo generare non aiuta.

Dei 249 commenti lasciati, i primi 25 erano base, con semplici frasi di ringraziamento (es. “Grazie per il tuo contributo” oppure “Contento che tu l’abbia trovato interessante”). Commenti che non aggiungevano alcun valore alla discussione insomma, e hanno generato solamente 82 visitatori. In pratica Neil stava generando 3,2 visitatori per commento.

I rimanenti 224 commenti hanno generato 3.891 visitatori. Questi commenti erano lunghi da 4 a 7 frasi, aggiungevano valore alla conversazione e hanno richiesto da 1 a 2 minuti per essere scritti. Questi commenti hanno generato 17,4 visitatori per commento.

Pertanto se intendi lasciare un commento, assicurati di leggere attentamente l’articolo che stai commentando e prenditi il tuo tempo per pensare ad un commento interessante e meditato.

Non aspettarti di scalare i ranking di visibilità

Noi tutti abbiamo per anni commentato sui blog di altre persone, ma poco è servito per il nostro ranking complessivo. Perché? Per il semplice fatto che la maggior parte delle pagine dei blog con area di commento, sono predisposte con funzionalità di “nofollow” dei link presenti nei commenti.

Questi blog stanno dicendo a Google di con considerare quei link quando processa le pagine e assegna il ranking al vostro sito. Potete verificarlo di persona, quando commentate sui blog altrui, non vedrete aumentare il vostro ranking.

Per cui quando lasciate commenti, non fatelo per acquisire ranking più elevati. Al contrario, fatelo per generare più traffico, pubblicità al brand e conversioni.

Attenzione su quale blog lasciate commenti

Se siete interessati a guadagnare traffico e business come me, non commentate qualsiasi blog. Quando ho commentato articoli relativi al marketing su blog popolari ma generalisti, ha funzionato solo in modo molto limitato. Ha generato visitatori ma non conversioni.

Perché? Questi portali generalisti attraggono tanti utenti di tutti i tipi; gli innumerevoli temi trattati però fanno si che gli utenti non siano specialisti di nessuna tematica e dunque è molto improbabile che siano interessati a diventare lettori assidui dei vostri articoli.

In aggiunta oltre a non commentare su blog generalisti, è bene non lasciare commenti sui portali dei competitor. Ci sono sicuramente dei casi in cui è possibile lasciare dei commenti sui blog dei competitor, ma in generale è meglio evitare.

Quindi commentare serve?

Certo che serve, ma bisogna farlo nel modo giusto. Commentare guidati dalla fretta e in modo seriale può risultare solo controproducente, verrete ignorati o peggio bannati. Un commento però quando utile, ben scritto e arricchente la discussione può generare molto più traffico di qualità generando a sua volta conversioni. Commentate meno, concentrandovi su qualità ed efficacia. Non ve ne pentirete, parola di esperto.

Inserisci una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *